top of page
  • Immagine del redattore Velia Ivaldi

Arredare il bagno, spunti pratici e idee di design

Aggiornamento: 2 nov 2021


arredare bagno

Tra tutte le stanze della casa, il bagno è una delle più difficili da arredare. Questo perché si tratta di un ambiente che raramente può vantare un’estensione molto ampia, eppure la comodità e la funzionalità sono le prime esigenze che è chiamato a soddisfare.

Il bagno non è semplicemente un bagno: è, infatti, un luogo confortevole, lo spazio piacevole nel quale soffermarsi per prendersi cura di sé e del proprio corpo. E, come tale, va arredato e decorato alla stregua di tutte le altre stanze della casa, secondo il gusto dei proprietari.

Ecco quindi alcuni suggerimenti per arredare il bagno con stile ma senza perdere di vista la praticità.


Come arredare il bagno, idee per tutti i gusti


State ristrutturando casa e dovete rifare anche il bagno? O vi va di apportare una ventata di novità al vostro arredamento con qualche dettaglio di design e qualche scelta innovativa?

In ogni caso, se state pensando di arredare il bagno, fate una prima valutazione considerando soprattutto le numerose necessità che questo piccolo, ma fondamentale ambiente deve coniugare. Scegliete un arredamento che rispecchi il vostro stile personale, ma, allo stesso tempo, chiedete anche un parere a un professionista esperto nell’interior design. Questo, specie se il bagno della vostra casa presenta una conformazione particolare, una forma irregolare o dimensioni molto piccole.

Prima di passare ai nostri consigli su come arredare un bagno, vogliamo darvi ancora uno spunto. La necessità di doverlo ristrutturare può infatti essere l’occasione per una svolta in ottica green (o, perlomeno, un primo passo): che ne direste di dare un’occhiata ai nostri consigli per una casa sostenibile e a basso impatto ambientale?


come arredare il bagno

Arredare un bagno classico


Con la raffinatezza senza tempo non si sbaglia mai. Ecco perché, tra le scelte d’arredo e design che riguardano il bagno, lo stile classico è ancora oggi il più diffuso.

Per cosa si caratterizza un bagno arredato in modo classico? Innanzitutto, come già detto, per l’eleganza e la semplicità dell’ambiente. La scelta dei sanitari dovrebbe ricadere su prodotti in porcellana e rigorosamente di colore bianco (a esclusione dei pomelli, per i quali si può giocare sulle varie sfumature comprese tra l’argento, il bronzo e l’oro). Per l’armadietto e gli scaffali è bene invece optare per il legno massello, di noce o di ciliegio, meglio se sempre di color bianco o comunque di una tinta pastello.

Perché non dare al proprio bagno in stile classico un tocco vintage? In questo caso, le tinte pastello (rosa, verde acqua, celeste o giallo) sono indubbiamente da prediligere. Persino le pareti, da abbellire con le inconfondibili mattonelle laccate lucide a vista, potrebbero abbandonare il bianco per illuminarsi di colore!

E per dotare il bagno di una chicca irresistibile che rimanda immediatamente alle epoche passate, perché non prediligere un modello di vasca free-standing con i piedini invece della classica doccia?

Infine, lo stile classico deve essere rispettato in ogni particolare della stanza, illuminazione compresa. Per il giorno è da favorire, senza dubbio, la presenza della luce naturale. Per la sera, l’illuminazione può provenire da lampadari e punti luce dalle forme raffinate, meglio se in cristallo, vetro o ferro battuto.


Come arredare un bagno moderno


Se da un lato non facciamo alcuna fatica a immaginare le caratteristiche tipiche di un bagno in stile classico, dall’altro lato, volendo arredare il bagno con un tocco di modernità, possiamo ampliare molto più il nostro orizzonte creativo.

Uno stile moderno molto apprezzato oggi (per tutte le stanze della casa) è il cosiddetto industrial, che porta con sé arredi realizzati in materiali grezzi, metallo o legno dall’aspetto tipicamente graffiato e vissuto. Un’alternativa è il sempre gradito stile scandinavo, caratterizzato da linee essenziali, semplici, rigorose ma eleganti.

Via libera quindi a forme squadrate, docce ampie (per chi ha uno spazio sufficiente), tonalità scure che vanno dal grigio lucido al beige e dal marrone al rosso, fino al nero, ma anche a particolari sfiziosi. Pensiamo a ciò che abbiamo detto in apertura, ossia alla necessità di arredare il bagno come tutte le altre stanze della casa: ed è così che, in un bagno moderno, figurano dettagli decorativi che impreziosiscono l’ambiente, come le piante ornamentali, i bouquet di fiori secchi, gli angoli dedicati alla lettura e alle riviste, candele e bruciatori di essenze profumatissime, e chi più ne ha più ne metta.

Una scelta d’arredo piuttosto azzardata, ma che sta prendendo piede all’interno delle abitazioni moderne, è quella di abbattere una parete (o una parte), lasciando che camera da letto e bagno compongano un unico ambiente (in alcuni casi dotato di separé e opportuni angoli di privacy).

Per illuminare un bagno moderno, tra le scelte più efficaci vi sono led e punti luce a incasso, collocati a un’altezza ottimale e alla giusta posizione rispetto allo specchio.


come arredare bagno classico

Spunti per arredare un bagno piccolissimo


Cosa fare nel caso in cui il bagno di casa abbia dimensioni davvero ridotte e l’ultima cosa che si desidera ottenere è un ambiente compresso e dall’aspetto eccessivamente caotico?

Innanzitutto, si possono compiere alcune scelte “strategiche” per far sì che lo spazio appaia più grande di quello che in realtà è: ad esempio, collocando uno specchio davanti alla porta o rendendo il colore bianco predominante. Anche l’illuminazione artificiale, se dosata nel modo giusto e diffusa dalle fonti luminose adeguate, può conferire ariosità e ampiezza.

È indubbiamente comodo dotare un bagno piccolo di sanitari “sospesi” che, oltre a occupare meno spazio, facilitino le operazioni di pulizia della stanza. Se il bagno possiede un angolo non eccessivamente ristretto, posizionare al suo interno la doccia o la vasca è un ottimo escamotage per sfruttare tutti gli spazi disponibili.

Piuttosto che riempire l’ambiente di cassetti e armadietti, prediligere le mensole o, comunque, contenitori e componenti d’arredo che si sviluppino in altezza invece che in larghezza. Una buona idea è quella di ricavare nelle pareti della stanza e degli altri elementi d’arredo presenti le cosiddette nicchie, nelle quali riporre, ad esempio, le asciugamani di ricambio oppure i saponi e altri prodotti per la cura del corpo.


Raccontaci la tua esperienza nei commenti


Sei anche tu alle prese con la ristrutturazione o l’arredamento del bagno e hai suggerimenti o esperienze da condividere? Lasciaci un commento!

Seguici anche sui nostri canali social per rimanere sempre aggiornato sulle curiosità che riguardano il settore immobiliare.

Cerchi casa? Scarica la nostra app dove troverai immobili in vendita e affitto in tutta Italia.

Puoi contattarci per proporre collaborazioni, storie, idee, progetti, notizie, comunicati stampa, ecc.

35 visualizzazioni

Comments


bottom of page