top of page
  • Immagine del redattoreCamilla Zorzella

Di quali voci si compone una bolletta? Tutte le tips per leggere correttamente le bollette


Vuoi Imparare a leggere correttamente la bolletta e conoscere tutte le voci da cui è composta? È fondamentale per capire come ridurre i consumi e iniziare a risparmiare in casa.

Spesso, infatti, arrivano delle bollette con dei costi eccessivamente alti da pagare, senza conoscere e capire la reale motivazione. Per questo è importante saper leggere correttamente le proprie bollette di casa: per farlo, però, bisogna avere una guida precisa.

Le bollette solitamente contengono diverse informazioni, e imparare a decodificarle ti permetterà di avere una visione più chiara della tua spesa energetica.

Se necessiti di capire come leggere perfettamente una bolletta, leggi il nuovo articolo del blog BabaCasa: grazie ai consigli offerti dal nostro partner Selectra, leader nel settore della comparazione e attivazione delle migliori offerte gas e luce, potrai ottenere tutte le informazioni necessarie su come comprendere a pieno una bolletta.

Se hai intenzione di ridurre i costi delle tue bollette, perchè troppo alte, ed hai deciso di cambiare il tuo piano tariffario, scarica l’app BabaCasa! La soluzione giusta per te, dove potrai trovare consulenti esperti Selectra, pronti nel guidarti verso l’offerta migliore.


Perchè è importante saper leggere una bolletta

Saper leggere una bolletta è fondamentale per un risparmio in termini economici. Infatti, quando si riceve una bolletta, è essenziale comprendere come viene calcolato il prezzo che viene addebitato. La bolletta solitamente contiene diverse informazioni, e imparare a decodificarle permette di avere una visione più chiara della propria spesa energetica.

Selectra conferma: “Saper leggere la bolletta delle proprie utenze domestiche è importante perché consente di comprendere dettagliatamente i costi e le voci che compongono il consumo. Questa conoscenza aiuta a identificare eventuali anomalie, monitorare i consumi e, di conseguenza, ridurre i costi”.

Saper leggere una bolletta è importante, ma non è l’unico modo per risparmiare sulle proprie utenze domestiche. Esistono diversi accorgimenti da poter adottare per ridurre i consumi e i costi energetici.

Selectra ci spiega quali sono le accortezze da tenere sempre a mente: “I costi si possono ridimensionare seguendo alcune accortezze, ad esempio:

  • Evitare sprechi di energia e gas per ridurre i consumi fatturati: prediligere l’utilizzo di lampadine a led; usare lavastoviglie e lavatrice in modalità eco ed a pieno carico; preferire elettrodomestici di classe energetica alta; durante l’estate scegliere una temperatura del condizionatore non sotto i 7 °C rispetto alla temperatura esterna; di inverno impostare il riscaldamento intorno ai 20°/21°...

  • Affidarsi ad un consulente esperto Selectra, tramite l’app BabaCasa, per fare una comparazione gratuita delle proprie bollette. È importante controllare la data in cui si è sottoscritto il contratto con il proprio fornitore. Probabilmente dopo un anno, la tariffa scelta potrebbe essere scaduta, ma affidandosi ad un consulente Selectra, si può fare una comparazione o attivazione di una nuova offerta, ad un prezzo più vantaggioso. Il cambio fornitore è completamente gratuito e non prevede interruzioni di energia!”.

La capacità di saper leggere una bolletta, aiuta sicuramente nella riduzione dei costi. Ma come ottenere ancora più risparmio sulle proprie bollette? Con la nuova partnership BabaCasa/Selectra! Selectra ci spiega come: “Basterà prenotare un appuntamento completamente gratuito con un consulente esperto Selectra, tramite l’app BabaCasa. Si potrà selezionare giorno ed orario in cui si desidera essere contattati per una consulenza personalizzata”.



Tutte le voci di cui si compone una bolletta

Le bollette hanno una struttura ben definita e composta, seguono uno schema leggibile e lineare.

Selectra ci spiega come e da quali dati è composta una bolletta, partendo dalla prima pagina:

Le bollette seguono uno schema simile tra loro e nella prima pagina solitamente si trovano queste sezioni.

  • Dati della fornitura, ovvero: -L’indirizzo dove è attiva la fornitura -La denominazione del contratto, ovvero della tariffa sottoscritta -La tipologia di cliente, se domestico o p.iva/business -Tipologia di pagamento se con rid o con bollettino postale -Data di attivazione dell’offerta -Tensione della fornitura -Potenza massima impegnata

  • Nome, cognome e indirizzo di residenza: solitamente in alto a destra troviamo il nome e il cognome dell’intestatario del contratto luce e/o gas e l’indirizzo di residenza

  • Numero cliente, codice pod o codice pdr e codice fiscale: alcuni fornitori segnano il numero cliente, il codice pod (per la luce, il codice pdr (per il gas) ed il codice fiscale a sinistra, sotto la sezione “Dati fornitura”; altri fornitori segnalano questi codici in una sezione sulla destra

  • Dati della bolletta: -Se si tratta di energia elettrica o gas -Numero identificativo della specifica fattura -Data in cui è stata emessa -Periodo a cui fa riferimento (solitamente le bollette sono mensili o bimestrali)

  • Totale da pagare: importo da saldare entro una determinata data

  • Sintesi degli importi fatturati: come sono suddivise le varie spese, dove troviamo anche il costo dell’abbonamento al canone televisivo e gli oneri di sistema

  • Dettaglio fiscale: è specificato il totale della bolletta, quindi il totale da pagare.

Queste sono le principali voci che si trovano solitamente nella prima pagina di una bolletta”.

Comprendere le voci più importanti, presenti nella bolletta, è essenziale per poter monitorare i propri consumi, verificare l'accuratezza delle tariffe e gestire in modo efficace le spese energetiche.

Selectra inoltre ci elenca le quattro voci che bisogna saper comprendere all’interno della bolletta:

“Ecco una spiegazione delle quattro voci più importanti nelle proprie bollette:

  1. Spesa materia energia o gas: Rappresenta il costo effettivo consumato durante il periodo di fatturazione.

  2. Trasporto e gestione del contatore: Rappresenta i costi associati al trasporto dell’energia elettrica, o del gas naturale, dalla rete di distribuzione al punto di fornitura. Le condizioni economiche della spesa per il trasporto vengono definite dalla stessa Autorità e il fornitore non ha possibilità di modificarle.

  3. Oneri di sistema: Si riferiscono ai costi associati alla gestione e al mantenimento del sistema. Questi costi includono il finanziamento delle infrastrutture di distribuzione e trasmissione dell'energia, gli incentivi per le energie rinnovabili, i meccanismi di sostegno alla produzione energetica sostenibile, i costi di misurazione e le spese amministrative. Gli oneri di sistema sono dei costi stabiliti dall'ARERA (Autorità Energia Elettrica e Gas) e sono uguali per ciascun fornitore. La spesa finale degli oneri di sistema è data da una quota fissa ed una variabile, cioè che varia al consumo di energia elettrica e gas di ciascun utente.

  4. Altre imposte: Rappresentano le tasse governative e i contributi che vengono addebitati sulla bolletta. Queste imposte possono includere l'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA), imposte specifiche sul consumo o altre tasse previste dalle leggi fiscali del paese di riferimento".



Raccontaci la tua esperienza nei commenti

E tu, sai come si legge correttamente una bolletta?

Raccontaci la tua esperienza con un commento! Sei alla ricerca della casa dei tuoi sogni? Oppure, stai valutando di cambiare i fornitori di servizi che utilizzi? Sei alla ricerca di un mutuo personalizzato per le tue esigenze? BabaCasa ti offre la possibilità di sfogliare una vasta selezione di annunci immobiliari, di ricevere gratuitamente consulenze per le tue bollette e di trovare il mutuo su misura per te! Scaricala ora per iniziare la tua ricerca!




14 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page